SCORREVOLE 2

TOP NEWS ==== ZCZC TIPS 567 14/3 18.10 R.N.E. R.5 - Murcia SS NX reg. Comun. Murciana buono 585 15/3 18.10 R.N.E. R.1 - Madrid SS NX reg. Comun. Madrid buono 1035 12/3 22.30 Northsound 2 - Aberdeen EE MX suff. 1107 13/3 18.10 R.N.E. R.5 - Logroño SS NX reg. La Rioja buono 1116 12/3 22.58 R. Albacete - SS ID e pubblicità locale buono 1152 12/3 18.10 R.N.E. R.5 - Zamora SS NX reg. Castilla y Leon suff. 1287 12/3 18.00 R. Lleida - Catalano NX reg. Catalunya buono 1305 16/3 18.10 R.N.E. R.5 - Ciudad Real SS NX reg. Castilla La Mancha buono 1350 12/3 22.45 R. Boa Vontade - Salvador PP predica suff. 1377 12/3 22.35 CNR 1 - Xingyang Cinese talk suff. 1476 17/3 10.20 R. Briscola - radiobriscola@gmail.com IT Media & Tech by Roberto Scaglione suff. 1548 14/3 23.30 Gold - Londra EE ID e MX buono 1640 12/3 21.20 R. Bluebird - bluebird1944@hotmail.com Dutch ID e MX buono 3320 17/3 04.15 R. Sonder Grense - Meyerton Afrikaans MX suff. 488517/3 04.20 R. Clube do Parà - Belem PP MX buono 5845 14/3 19.30 IBC - ibc@europe.com IT Intervista buono 5910 17/3 04.25 R. Alcaravan - Puerto Lleras SS MX suff. 5985 18/3 00.00 Myanmar R. - Yangon Birmano talk suff. 6150 11/3 13.15 R. Marabu - info@ marabu.de Tedesco ID e MX buono 6240 11/3 17.40 R. Stove Farmer - stovefarmer@hotmail.com EE ID e MX buono 6241.5 17/3 17.15 Time R. - timeradio.shortwave@gmail.com EE ID e MX buono 6255 17/3 17.30 Trance AM - tranceam@gmx.net EE ID e MX buono 6260 18/3 09.30 R. Quintus - radioquintus@hotmail.com EE ID e MX buono 7120 15/3 17.40 R. Hargeisa - Somalo MX buono 9610 18/3 10.00 AWR - Firenze IT Obiettivo DX by Roberto Scaglione ottimo 9650 18/3 09.50 R. Guinee - Conakry FF MX afro buono 9893 11/3 13.35 Voice of Tibet - info@vot.org Tibetano talk suff. 9950 11/3 13.45 TWR India - Chennai Kurukh ID e predica buono 11855 12/3 21.15 R. Aparecida - PP NX buono 15505 11/3 14.00 Bangladesh Betar - Dhaka Urdu ID e NX buono 15550 17/3 04.30 R. Dabanga - radiodabanga@gmail.com Darfuri ID buono NNNN ----

2017-11-06

TEUFELSBERG, DIE ANTENNE ÜBER BERLIN


Per oltre mezzo secolo Berlino è stata il crocevia di tutti i principali attori della guerra fredda. Fino al suo crollo fisico e metaforico il muro che divideva la città è stato il muto testimone di drammi politici militari, economici e naturalmente di tutte le forme di spionaggio concepite dai servizi di intellgence dei due bloccchi. Dopo la riunificazione le strutture realizzate per lo spionaggio sono state dismesse e abbandonate, le più imponenti rimangono come testimonianza di questo drammatico periodo storico.  


Nel centro della foresta di Grunewald c'è quella che è stata chiamata "Montagna del diavolo", Teufelsberg, una collina artificiale di oltre 120 metri di altezza realizzata con milioni di metri cubi di macerie derivanti dai bombardamenti della città nel corso della seconda guerra mondiale. Sulla sommità di questa collina nel 1961 gli alleati iniziarono il posizionamento di strutture radio mobili, mentre a partire dal 1963 venne costruita una stazione di ascolto destinata all'intercettazione delle comunicazioni della Repubblica Democratica Tedesca e del Patto di Varsavia.


A gestire la postazione era la US National Security Agency (NSA) e veniva definita dai militari americani "The hill", la collina oppure "T'Berg". All'interno della struttura, priva di finestre per evitare che si potesse osservare dall'esterno l'attività che vi si svolgeva, lavoravano 1500 militari che venivano prelevati nei loro alloggi da bus navetta e depositati direttamente all'interno della struttura. Il radar principale si trovava all'interno di una torre di quasi 70 metri di altezza e aveva un raggio di azione di circa 600 Km. La stazione radio era circondata da tre ordini di muri in cemento armato e filo spinato per evitare infiltrazioni dall'est.


Il sito fu abbandonato nel 1992 e da allora l'area è in pieno degrado. I vari progetti di riqualificazione o di cambio di destinazione urbanistica non sono mai andati a buon fine e da diversi anni le pareti degli imponenti edifici, in parte crollate, sono diventate le "tavolozze" dei graffitari berlinesi. Nel 2013 alcuni veterani dell'esercito americano che hanno prestato servizio sulla "Montagna del divolo" hanno commemorato il 50o anniversario della stazione di ascolto realizzando anche una targa ricordo.


Diversi i turisti che si avventurano "clandestinamente" sulla collina scavalcando muri e recinzioni sfidando i pericoli di un'area dismessa e ormai priva di protezioni, mentre un'associazione no profit organizza nei fine settimana delle più tranquille e sicure escursioni guidate per coloro che vogliono rivivere le atmosfere della guerra fredda. Sulla rete esistono numerose testimonianze fotografiche della "Collina del divolo", alcune delle quali vi proponiamo in questo articolo.


For over half a century Berlin has been the crossroads of all the major actors of the Cold War. Until its physical and metaphoric collapse, the wall dividing the city was the mute witness to political militares, economics and of course all the forms of espionage conceived by the intellgence services of the two blocs. After reunification, espionage structures have been abandoned and abandoned, the most impressive ones remain as a testimony to this dramatic historical period. In the center of the Grunewald Forest there is what was called the "Devil's Mountain", Teufelsberg, an artificial hill of over 120 meters high made with millions of cubic meters of rubble from the bombings of the city during World War II . On the summit of this hill in 1961, the allies began the placement of mobile radio structures, and a radio station was set up since 1963 for the interception of the communications of the German Democratic Republic and the Warsaw Pact. Managing the post was the US National Security Agency (NSA) and was defined by US military "The hill", the hill or "T'Berg". Inside the structure, with no windows to prevent it from being seen from outside the activity that took place, there were 1500 soldiers who were taken from their shuttle buses and deposited directly inside the structure. The main radar was within a tower of nearly 70 meters high and had a radius of action of about 600 km. The radio station was surrounded by three orders of reinforced concrete walls and barbed wire to prevent infiltrations from the east . The site was abandoned in 1992 and since then the area is in full swing. The various redevelopment or change planning projects have never been successful, and for several years the walls of imposing buildings, partly collapsed, have become the "palettes" of the Berlin graffiti. In 2013, some US Army veterans who served on the "Devil's Mountain" commemorated the 50th anniversary of the listening station, also making a memorial plaque. Several tourists venturing "clandestinely" on the hill crossing walls and fencing, challenging the dangers of a disused and now defenseless area, while a nonprofit association organizes on weekends the quietest and safest guided hikes for those who want to revive the atmosphere of the Cold War. There are numerous photographic testimonies of the "Devil's Mountain" on the net, some of which we propose in this article.

No comments: