2016-05-01

AUDIOCLIP, I 55 ANNI DI RADIO HABANA CUBA


In concomitanza delle celebrazioni ufficiali del Primo Maggio, Radio Habana Cuba sta celebrando il suo 55° anniversario. L'emittente iniziò le sue trasmissioni il primo maggio 1961 diventando la voce ufficiale della Cuba Rivoluzionaria. Nel corso del programma "Entre cubanos" gli speakers dell'emittente stanno leggendo i messaggi di felicitazioni e di auguri da tutto il mondo al collettivo di lavoro di Radio Habana Cuba. Questo il link per ascoltare in streaming la trasmissione:

Questo invece  è lo spot per la celbrazione della giornata internazionale dei lavoratori. Avrei voluto registrarlo sulle onde corte ma al momento della diretta la propagazione era chiusa quindi ho registrato dallo streaming via web dal sito di Radio Habana Cuba:

AUDOICLIP QUANDO VIENNA PARLAVA SPAGNOLO (E ANCHE UN PO ITALIANO)

QSLcard di Radio Austria
Per molti anni il Bulletin DX in lingua castigliana prodotto e presentato da Carlos Arturo Del Castillo e trasmesso in onde corte da  Radio Austria è stata una delle principali fonti di informazione sul mondo della radio per gli appassionati del radioascolto. Competente e affabile il presentatore e ricchi i contenuti che non si limitavano al puro aspetto tecnico dell'attività radiofonica, ma approfondivano gli aspetti politici, culturali e storici delle singole esperienze radofoniche narrate. Un paio di esempi; nel corso di una trasmissione dedicata alla BBC fece registrare da un collega della redazione di lingua inglese i versi del "Lilliburlero" il brano che l'emittente il World Service trasmetteva allo scoccare dell'ora, prima del Greenwich Mean Time e delle notizie. Questo per ricordare la storia di questo motivetto popolare legato alle guerre in  Iralnda. In un'altra occasione  Castllo lesse in trasmissione un racconto surreale sul radioascolto che narrava le vicende di un dxer ossessionato dal non riuscire ad ascoltare la radio del Qatar. Vale la pena che Radio Austria era solita confermare rapidamente con delle belle cartoline QSL e materiale vario sul mondo della radio. Personalmente conservo un corposo ciclostilato con il piano frequenze HFCC  del 1980. Queste trasmissioni venivano registrate su ausiocassetta e successivamente, con pazienza, si prendevano appunti sugli orari e frequenze da ascoltare. Un paio di giorni fa mettendo mano ad alcune audiocassette rimaste in un cassetto negli ultimi 36 anni ho ritrovato un paio di trasmissioni del Bulletin DX di Radio Austria e con il pc le ho registrate in formato mp3 così eccovi la voce di Carlos Arturo del Castillo che presenta il suo programma.



Si può comprendere quindi l'interesse e l'entusiasmo che seucitò negli ascoltatori italiani l'inserimento all'interno della trasmissione dx in lingia castigliana un segmento in lingua italiana prodotto e presentato da Stefano Mannelli. Il programma aveva cadenza mensile e anche di questa trasmissione ho ritrovato una registrazione, persumo dell'anno 1981. 

2016-04-25

WEEKLY TIPS FROM ROBERTO PAVANELLO

 1008 18/4 21.55 R. Girona - Catalano ID e pubblicità locale suff. 
 1350 17/4 16.50 I AM R. - info@iamradio.am IT Info mobilità buono
 1431 18/4 21.45 R. Sawa - Gibuti Arabo MX buono
 1512 20/4 16.45 ERA - Chania Greco MX suff.
 1530 18/4 21.40 VoA - Sao Tome' EE MX buono
 1593 18/4 21.15 R. Bretagne 5 - Quessoy FF MX buono
 1636 23/4 23.25 R. Montecarlo - montecarloradio@hotmail.com 
                                    Dutch ID e MX buono
 1648 23/4 23.30 R. Casablanca - ??? Dutch ID e MX buono
 3905 23/4 22.30 R. Underground - 
                                    radioundergroundsw@gmail.com EE ID e MX 
                                    buono
 3915 23/4 22.50 BBC - Singapore EE NX buono
 4775 23/4 03.45 TWR - Manzini Lomwe predica buono
 4885 23/4 22.45 R. Clube do Parà - Belem PP calcio suff.
 6070 23/4 11.30 SM R. Int. - info@shortwavecommunity.com EE ID e
                                   MX buono
 6150 23/5 16.15 R. Europa 24 - Datteln Tedesco ID e MX buono
 6160 23/5 23.10 CKZN - St. John's EE MX suff.
 6210 22/4 16.35 R. ACDC - radioacdc@gmail.com EE ID e MX buono
 6250 23/4 17.45 R. Freeline Int. - radiofreeline@hotmail.com EE ID e 
                                   MX buono 
 6275 17/4 09.40 R. Digital - digitalmw1650@hotmail.com EE ID e MX 
                                   buono
 6280 24/4 08.50 R. Merlin - radiomerlin@blueyonder.co.uk EE ID e 
                                    MX suff.
 6290 19/4 16.45 R. NMD - nmdradio@hotmail.com EE ID e MX suff.
 6295 24/4 08.30 R. Odynn - shortwaveman@gmail.com EE ID e MX 
                                    buono
 6305 17/4 09.45 R. Paardenkracht - paardenkracht@draait.nl EE ID 
                                   e MX buono
 6305 22/4 16.45 R. Telstar - dutchradio48@hotmail.com EE ID e MX 
                                    buono
 6600 18/4 21.10 Voice of the People - Seoul Coreano NX buono
 6845 23/4 16.35 R. Arcadia - arcadiawaves@gmail.com EE ID e MX 
                                    buono
 7495 22/4 17.40 Voice of Spring - iran@voiceofspring.com Farsi talk 
                                  buono
 6970 18/4 17.05 Italian BC - ibc@europe.com IT ID e MX buono
 9630 18/4 20.45 R. Aparecida - PP predica suff.
 9650 18/4 21.30 Voice of Korea - Pyongyang Giapponese MX buono
11735 18/4 16.45 Zanzibar BC - Arabo Corano buono
11750 18/4 21.00 KSDA - Guam Cinese predica buono
11860 18/4 21.05 R. San'a Riyadh Arabo MX buono

"WIRELESS" UN LIBRO SULL'AVVENTURA UMANA E SCIENTIFICA DI GUGLIELMO MARCONI

 La connessione globale che ormai diamo per scontata ha un inizio davvero avventuroso. In piena era positivista, verso la fine del secolo XIX, scienza, progetti “visionari”, politica e imprenditoria selvaggia fanno da sfondo all’avventura umana, tecnica e imprenditoriale di un ragazzo di campagna del bolognese, dal curriculum studi tutt’altro che brillante ma che ebbel’intuizione e il coraggio di dare compimento pratico a studi scientificiteorici e di laboratorio che i grandi scienziati del tempo, Maxwell e Hertz, avevano condotto su elettricità e magnetismo. Quel ragazzo era GuglielmoMarconi e oltre all’intuizione e alla “visionarietà” ebbe dalla sua un padre benestante, conservatore ma fiducioso nelle capacità del figlio e una madre di nobili origini irlandesi, la cui famiglia era bene introdotta nelle alte sfere politiche e commerciali della Gran Bretagna vittoriana. E’ questo lo scenario narrato nelle prime pagine di “Wireless”, una biografia dal ritmo incalzante scaturita dalla penna di Riccardo Chiaberge giornalista e scrittore che vanta al suo attivo diversi altri libri di divulgazione scientifica. Scrivere la biografia di una gloria nazionale come Guglielmo Marconi espone a molti rischi: da una parte si può cadere nella trappola dell'agiografia e dall’altra di esasperare i contenuti critici. In entrambi i casi il formarsi di fazioni l’un control’altra armata è inevitabile in un Paese dove ormai ci si divide su tutto, semplicemente per partito preso. In realtà Guglielmo Marconi prima che un’icona è una persona in carne e ossa con tutta la forza e la debolezza che da questo può scaturire. Personalmente ho molto apprezzato questa biografia di Chiaberge proprio perché mette in rilievo l’umanità di questo personaggio e senza erigere altari o gogne, ne mette in evidenza il genio e l’intelligenza ma anche le debolezze e i compromessi a cui è dovuto o voluto scendere. Ancora oggi ci sono accese polemiche di sapore nazionalistico e decisamente retrò sulla invenzione della radio. Nel libro vengono citati ovviamente anche gli altri studiosi a cui da più parti viene attribuita la paternità di questa invenzione, primo fra tutti il russo Popov, ma anche Tesla, l’indiano Bose e altri personaggi chehanno sperimentato la diffusione delle onde elettromagnetiche ma non ne hanno colto per tempo la potenzialità globale a livello pratico persi magari in prospettive troppo astratte per avere seguito.La forza di Marconi sta proprio nella sua “debolezza” accademica. Lui non ha seguito un corso di studi regolari, non si è mai laureato ma ha perseguito fin dagli esordi di Villa Griffone lo scopo di comunicare con le onde elettromagnetiche. Quando le comunicazioni senza fili diventeranno un business saranno in molti ad uscire dall’ombra e rivendicare la primogenitura di questo o quel dispositivo. Guglielmo Marconi però non è il povero emigrante Meucci al quale è stato fin troppo facile scippare il brevetto del telefono, lui alle spalle ha una famiglia ben introdotta nella società inglese di fine XIX secolo e lasciata la sfittica scena dell’italietta umbertina inizia oltremanica una carriera tecnica e imprenditoriale straordinaria. Grazie ai buoni uffici dello zio e i finanziamenti del padre fa brevettare le sue invenzioni e non si lascia trovare impreparato dalla controffensiva di buona parte dell’establishment britannico che vede come il fumo negli occhi questo strano italiano arrivato a dettar legge nella nazione più ricca e progredita d’Europa, per non parlare poi della guerra che contro di lui scatenano le compagnie dei cavi telegrafici transatlantici che vedono il loro business messo in serio pericolo. Questa è la parte più entusiasmante della biografia di Chiabergè con un mix di avventure tecniche, economiche e politiche che proiettano Marconi nell’Olimpo degli eroi moderni agli albori del XX secolo e che vedono la sua apoteosi con i tre punti della lettera “S” captati in maniera quasi fortunosa a Signal Hill sull’isola di terranova, la prima trasmissione transoceanica senza fili. Di pari passo viene anche narrata la vicenda umana di Marconi certamente non insensibile al fascino femminile con molte avventure, fidanzamenti annunciati con clamore e successivamente rotti e infine il matrimonio con Beatrice O’Brien, sua prima moglie, dalla quale avrà tre figli. Sulla vita sentimentale e familiare di Marconi Chiaberge non fa sconti: fu un marito e padre poco presente sia per i continui viaggi in tutto il mondo per installare le stazioni radio delle sue“Company” che per le numerose avventure collezionate ad ogni occasione. Tanti si ma anche qualche no eccellente come quello ricevuto dall’attrice Francesca Bertini considerata all’epoca la donna più bella del mondo. Tra amori più o meno clandestini, litigi con la moglie Beatrice, esperimenti esaltanti e feroci battaglie legali per i brevetti si arriva al 1909 con l’assegnazione del premio Nobel perla fisica condiviso suo malgrado col grande scienziato tedesco Karl Ferdinand Braun che aveva condotto ricerche analoghe a quelle di Marconi che tra l’altro condurranno alcuni decenni dopo alla realizzazione dei primi apparecchi televisivi. Proprio per affrancarsi dal monopolio Marconi il reich guglielmino impone la fusione di tutte le aziende elettroniche tedesche che confluiscono nella Telefunken. Si può quindi ben immaginare lo stato d’animo con il quale i due rivali ritirano insieme l’ambito premio ! Nel 1912 il nome di Marconi viene trascinato in un affaire di insider trading. In vista di una imminente commessa da parte del governo britannico un dirigente della sua company fa acquistare ad alcuni ministri del governo incarica delle azioni della società che dopo l’assegnazione dell’appalto vanno alle stelle. Ne nasce una campagna politico scandalistica che termina con due commissioni d’inchiesta e una classica auto assoluzione dei ministri interessati. Viene altresì appurato che Marconi non ha avuto nessun ruolo in questa vicenda e la sua reputazione non ne soffre. Il 1912 è anche l’anno dell’affondamento del Titanic. Marconi e la sua famiglia sono stati invitati dalla società armatrice per il viaggio inaugurale ma per una serie di circostanze ne lui ne la moglie salgono sul lussuoso transatlantico. Dopo la tragedia del Titanic governi e compagnie assicurative impongo l’installazione obbligatoria di stazioni ricetrasmittenti su tutte le navi che superano una certa stazza e così crescono fama e guadagni. Il vero spartiacque della vita di Guglielmo Marconi è costituito dalla prima guerra mondiale. Marconi vi partecipa come ufficiale e ovviamente cura tutto ciò che riguarda le comunicazioni radio dell’esercito italiano. Nel primo dopoguerra viene inviato da Giolitti a Fiume per cercare di convincere il suo amico Gabriele D’Annunzio a desistere dall’avventura istriana e invece Marconi una volta sul posto incita l’amico poeta a tenere duro anche con un pubblico proclama. Dopo la marcia su Roma Marconi aderisce al partito nazionale fascista, instaura un rapporto diretto con Mussolini che non esiterà negli anni a venire a utilizzare massicciamente la figura dell’inventore per la propaganda di regime. E’ la fase conclusiva della sua vita. La più triste,specie se la paragoniamo alle esaltanti realizzazioni di qualche decennio prima. La sua vita privata è in fase discendente. Proprio nel territorio ancora libero di Fiume, dove è ancora consentito, divorzia da Beatrice O’Brien che dopo 20 anni di matrimonio proprio non ne può più di quel marito as
sente e donnaiolo. Nei ranghi del regime Marconi si trova bene anche se, per citare Mozart, a lui viene destinato “molto onor, poco contante”. Una legge “ad personam” mette fine alla vicenda del fallimento della “Banca di sconto” di cui l’inventore è presidente e inizia la scalata all’Accademia d’Italia e al CNR. Operando in queste due istituzioni Marconi cerca di ridare fiato alla ricerca e all’industria nazionale, cerca di favorire come può Enrico Fermi e il suo gruppo di via Panisperna, ma al di là dell’enfasi nazionalistica con cui viene pubblicamente osannato, di risorse pe rla scienza nazionale ne vedrà ben poche. E’ in questo periodo che Marconi lavora sul sistema di radiolocalizzazione a microonde che negli anni a venire verrà perfezionato e denominato radar. Una leggenda popolare, peraltro alimentata dal regime, vuole che lo scienziato stia lavorando a un misterioso “raggio della morte” una terribile arma segreta che dovrebbe far tremare i nemici dell’Italia.Un altro corposo capitolo di gossip è costituito dal suo secondo matrimonio con la nobildonna romana Maria Cristina Bezzi Scali che comporta un laborioso annullamento del primo matrimonio da parte della Sacra Rota e la sua conversione al cattolicesimo con buona pace della ormai defunta madre che lo aveva educato secondo i principi della confessione valdese. Nel 1935 fa un altro tour all’estero per perorare le ragioni dell’Italia nell’occupazione dell’Etiopia e in Inghilterra la “sua” BBC gli nega addirittura i microfoni. La parabola di Marconi è ormai nella fase discendente. La salute lo sta gradualmente abbandonando e i problemi cardiaci si fanno sempre più frequenti. Attorno a se vede che dei progetti ambiziosi che aveva nutrito per la scienza italiana si sta realizzando ben poco e sul fronte politico mal sopporta l’avvicinamento dell’Italia alla Germania. In questa situazione quanto altro tempo avrebbe resistito in Italia ? Tre giorni prima di morire il 17 luglio 1937 Marconi si reca a Castel Gandolfo dove ha un colloquio privato con Pio XII. Di cosa abbiano parlato non si sa nulla e la figlia Degna ha poi sostenuto che al pontefice Marconi avrebbe espresso i suoi dubbi se rimanere o no in Italia, mentre il deputato laburista inglese George Landsbury che lo aveva incontrato ai primi di luglio afferma che era preoccupato perché temeva che il suo genio scientifico venisse usato per creare strumenti di distruzione. E’ l’ultimo mistero marconiano, il suo cuore cessa di battere il 20 luglio 1937 consegnando l’uomo Marconi alla storia. Quello che la sua avventura umana e professionale ci ha lasciato in eredità non sono tanto i brevetti, le invenzioni o gli strumenti tecnici quanto il concetto di connessione globale, quel “wireless” appunto, che oggi ci accompagna nella nostra quotidianità. 
F.C. 

AUDIOCLIP CKZN ST. JOHN'S CANADA, 6160 KHz



Mappa di Terranova (Wikipedia)
L'Isola di Terranova o Newfoundland, isola settentrionale dell'Oceano Atlantico è fortemente legata alla storia della radio. Fu nella località di Signal Hill, non lontana dal capoluogo St. John's che Guglielmo Marconi allestì la sua stazione radio per ricevere il primo segnale radio transoceanico proveniente dalla Cornovaglia. E' proprio da St. John's che arriva uno dei pochi segnali in onda corta trasmessi dal territorio canadese. La stazione CKZN che ripete i programmi locali della CBC Radio One continua ad operare con 1 KW di potenza sulla frequenza dei 6160 KHz sulla banda dei 49 metri e molto spesso nelle ore notturne il suo segnale arriva anche in Europa.
Signal Hill - La Torre di Caboto
Questa mattina il segnale è arrivato fin oltre le 4.00 UTC sia pure con fading e rumori atmosferici, ma con segmenti audio di buona qualità. La clip audio con l'identificazione della stazione è stata registrata poco prima fade out del segnale. L'isola di Terranova è altresì famosa tra gli appassionati delle stazioni utility perchè dalla località di Gander è attiva la stazione Volmet Gander Radio che si ascolta con ottimo segnale sui 10051 KHz, frequenza sulla quale si alterna con l'omologa stazione volmet di New York.



The CKZN station repeats the local programs of the CBC Radio One continues to operate with 1 kW of power on the 6160 KHz, 49 meter band  and often at night its signal is heard in Europe. This morning, the signal came from beyond the 4:00 UTC with fading and atmospheric noise, but with some good quality audio segments. The audio clip with the station identification was recorded just before the fade-out of the signal.

2016-04-24

AUDIOCLIP RADIO ZHURAVLI. RUSSIAN MUSIC PIRATE, 6290 KHz


I pirati radiofonici del sabato sera non mancano di fantasia. Accanto ai patiti degli oldies anni 50 e 60, della disco music dei 70, delle polke e della musica folk in genere, non potevano mancare gli entusiasti della musica leggera russa, non sappiami bene perchè chi opera questa stazione ha queste origini o se si tratta di una passione acquisita attraverso chissà quali canali. Sta di fatto che Radio Zhuravli viene accreditata come probabile pirata olandese con questa atipica programmazione di musica leggera russa. Identificazione in russo e in inglese sulla frequenza dei 6290 KHz fra le 18.30 e le 18.50 UTC. Segnale e suono di buona qualità come nella clip audio che vi proponiamo.

Radio Zhuravli is a Dutch pirate that broadcast russian songs on the 6290 KHz, The audioclip reproduces the transmission on 23 april 2016 at 18.30 UTC.


2016-04-20

AUDIOCLIP, NEWSTALK 1010 - CFRX TORONTO 6070 KHz


Fino ad alcuni anni fa anche il Canada aveva una rilevante presenza radiofonica sulle onde corte, almeno fino a quando gli amministratori di Radio Canada International non hanno deciso di abbandonare queste bande di trasmissione. Sparita l'emittente internazionale canadese ben presto anche i vari servizi domestici hanno disattivato gli impianti in onda corta. Attualmente dal Canada arriva ben poco e almeno per ora tra i servizi sopravvissuti c'è la CFRX di Toronto che ripete in onda corta sulla frequenza dei 6070 KHz i programmi in onda media di Newstalk 1010. L'emittemte si ascolta nelle ore notturne fino all'alba, a volte con segnali abbastanza buoni. Questa clip è stata registrata la notte scorsa alle 3.00 UTC con l'identificazione del canale "Newstak ten ten".

From Toronto, Canada, the short wave signal of Newstalk 1010 on 6070 KHz.

2016-04-19

eQSL FROM W4FGA


eQSL dalla stazione W4FGA da Jackson, Georgia, USA.

2016-04-17

WEEKLY TIPS FROM ROBERTO PAVANELLO

846 11/4 20.15 Challanger R. - Villa Estense IT MX buono
1062 10/4 22.45 R. Country - Praha Ceco MX buono
1107 14/4 17.35 R.N.E. R. 5 - Logrono SS NX reg.La Rioja buono
1233 10/4 22.50 R. Dechovka - Predboj Ceco MX buono
1476 11/4 20.10 I.R.I.B. - Marivan Farsi talk suff.
1550 11/4 20.20 R. Nac. Sahauri - Tindouf Arabo talk suff.
1643 16/4 23.20 R. Casapolka - ??? Dutch ID e MX buono
1650 16/4 23.15 R. Dominique - ??? Dutch ID e MX buono
3905 16/4 22.45 Crazy Wave R. - shortwave@gmx.de EE ID e MX 
buono
4055 16/4 03.30 R. Verdad - Chiquimula EE predica suff.
4765 16/4 03.35 R. Progreso - Habana SS MX buono
4765 16/4 23.00 Tajik R. - Dushambe Tagico NX buono
4775 16/4 23.45 R. Tarma - SS MX buono
4875 16/4 03.40 R. Dif. Roraima - Boa Vista PP MX suff.
4835 11/4 18.40 VL8A - Alice Springs EE NX suff.
4885 16/4 23.05 R. Clube do Parà - Belem PP calcio buono
6070 16/4 16.20 Civic FM - CivicFM@gmx.net EE ID e MX buono
6070 17/4 08.50 R. Goldrausch - goldrausch6070@yahoo.de EE ID e 
MX buono
6235 17/4 08.35 R. Casanova - radiocasanova@hotmail.com EE ID e
MX buono
6260 16/4 22.30 R. Batavier - radionorthcoast@live.nl EE ID e MX 
buono
7250 17/4 09.10 R. Orion 2000 - radioorion2000@googlemail.com 
EE ID e MX buono
7300 17/4 08.30 U-Boat 66 R. - uboatradio@gmail.com EE saluti 
buono
9455 13/4 22.30 Madagascar World Voice ?? - 
mwvradio@gmail.com Cinese talk buono
9665 16/4 22.55 Voz Missionaria - Camboriu PP predica buono
9790 17/4 09.00 AWR - Firenze IT Studio DX by Roberto Scaglione 
ottimo
10000 16/4 22.50 Obs. Nac. - Rio de Janeiro PP ID e ora suff.
11620 11/4 21.20 A.I.R. - Delhi EE DX programme buono
11780 14/4 22.45 R. Nac. Amazonas - Brasilia PP NX buono

2016-04-15

OBAMA'S SPEECH ON RADIO HABANA CUBA



Prove di distensione e normalizzazione di quel prolungamento di guerra fredda costituito dalle travagliate relazioni tra Stati Uniti a Cuba dal 1960 ai giorni nostri. La visita a Cuba del Presidente Obama ha segnato una tappa storica di questa vicenda. Ampio il risalto che giustamente è stato dato all'evento, compresa la trasmissione in diretta del discorso di Obama al Gran Teatro "Alicia Alonso" dell'Avana che è stato ripreso anche da Radio Havana Cuba e diffuso sulle onde corte. In questo audio vi riproponiamo il discorso del presedente statunitense con traduzione simultanea in castigliano.

2016-04-10

RADIO CANDIP 5066 KHz AUDIOCLIP AND SHORT HISTORY

Panoramica aerea di Bunia

Il trend mondiale di dismissione degli impianti di radiodiffusione in onde medie e corte sembra inarrestabile. Anche il continente africano sta seguendo questa tendenza e negli ultimi anni specie nella parte subsahariana del continente la riduzione di questi servizi radiofonici non ha conosciuto soste. Una delle poche realtà locali di radiodiffussione in onda corta ancora attiva è Radio CANDIP con sede in Bunia, cittadina di circa 100 mila abitanti, capitale della provincia  nordestina congolese dell'Ituri, nota alle cronache degli ultimi 20 anni per le drammatiche vicende della guerra interafricana i cui echi ancora non sono sopiti. La storia della radiodiffusione in Africa è strettamente legata alla colonizzazione europea del continente. Le prime infrastrutture legate ala radio sono state infatti realizzate nel corso dell'occupazione da parte delle nazioni europee che avevano la necessità di docili strumenti di propaganda e di veloci ed efficienti comunicazioni con gli stati di provenienza. In mancanza di scuole e di strutture sanitarie non mancò un uso più "illuminato" di questo strumento a fini didattici e sociali, ma tendenzialmente le strutture erano fortemente centralizzate e il controllo governativo ferreo. Dopo la decolonizzazione questo modello non subì sostanziali modifiche, il controllo della radio rimase sotto controllo pubblico, ovvero dei nuovi governi locali, che non di rado degenerarono verso feroci dittature. La storia di Radio CANDIP iniziò negli anni 70 proprio sotto una di queste dittature, quella del colonnello Mobutu che dopo la guerra civile che coinvolse il Congo Belga dopo la sua indipendenza prese il potere nel 1965 e vi rimase per 30 anni. Era il 1977 e il padre padrone Mobutu aveva cambiato il nome della nazione in Zaire, quando grazie anche all'interessamento dell'UNESCO un progetto dell'Università Nazionale dello Zaire prende forma e nel nord est del Paese, quasi ai confini con l'Uganda inizia a trasmettere Radio CANDIP (acronimo di Centre d'animation et de diffusion pedagogiques) una emittente che pur non essendo rivoluzionaria rompe i ponti con il passato coinvolgendo in maniera diretta le popolazioni di una regione dove si parlano 16 diverse lingue locali. Grazie a Radio CANDIP le singole comunità locali vennero dotate degli strumenti basilari di registrazione e di una scorta di 12 audiocassette che dovevano bastare per l'intero anno. Con questi semplici strumenti venivano registrati i programmi locali che poi venivano inviati a Bunia per la trasmissione attraverso le onde corte e la modulazione di frequenza. Il WRTH del 1988 riporta tre frequenze in onde corte: 3390, 5066 e 7150 KHz con 1 KW di potenza, più due frequenze in FM:  95 e 98 MHz con 200 watt. Un pò per ovviare alla carenza di radio ricevitori, ma soprattutto per un maggior coinvolgimento delle persone vennero anche costituiti gruppi d'ascolto in tutti i centri abitati della regione. Le persone ascoltavano insieme i programmi trasmessi e al termine ne discutevano e  commentavano i contenuti. In un rapporto dedicato a radio e salute dell'Organizzazione Mondiale della Sanità (WHO) viene descritta l'attività dei gruppi d'ascolto: " A radio club is a group of people who come together to listen to the radio, to discuss the issues raised on the programme and to respond actively by providing feedback to the station and using the information they have received to implement community projects. Radio listening clubs found to be operating successfully are given a cassette recorder with which to record voice pieces in a range of formats, forbroadcast on the radio." A Radio CANDIP  e alle sue attività è dedicata anche una relazione dell'UNESCO del 1982 nella quale si legge tra l'altro: "Radio CANDIP est pionnière dans son genre puisqu'elle constitue à sa manière une radio locale dont l'impact est considérable. Cet impact s'est vérifié de façon spectaculaire  lors d'une récente campagne lancée par radio CANDIP contre une épidémie de choléra. La population a réagi de façon extrême-ment positive et la campagne  fut particulièrement efficace pour limiter les dégâts. " E ancora:    "L'exemple de radio CANDIP démontre ce qu'il est possible  d'entreprendre en matière de communication rurale. En dehorsdes structures des stations régionales,il serait tout à fait possible de créer plusieurs centres multimédias qui assureraient sans doute une meilleure diffusion de l'information  sur le plan local." Nello stesso documento si accenna anche alla possibilità di una sinergia con la radio di stato, La Voix du Zaire.  Con gli anni 90 inizia il declino del Congo come nazione e la guerra interafricana provocherà immani tragedie anche nella regione di confine dell'Ituri. Nel 2003 Radio CANDIP viene occupata dalle milizie dell'UPC il cui leader Thomas Lubanga verrà successivamente riconsciuto come criminale di guerra e diventa come molte altre radio della regione uno strumento di propaganda e di incitamento all'odio odio razziale. La situazone della radio si normalizza nel 2011 quando vengono riprese le normali trasmissioni dell'emittente. In questo periodo Radio CANDIP  si ascolta con segnali non fortissimi ma comprensibili in prima serata sulla frequenza di 5066 KHz fino al termine delle trasmissioni giornaliere alle 20.15 UTC. Nella clip audio che vi proponiamo potete ascoltare proprio la chiusura delle trasmissioni giornaliere.

2016-04-06

AUDIOCLIP, RADIO FREE AFRICA, TANZANIA, 1377 KHz

Sul canale in onda media dei 1377 KHz capita molto spesso nelle ore serali di ascoltaree Radio Free Africa emittente privata di proprietà del Sahara Media Group LTD che opera su questo canale con 50 KW di potenza da Mwanza, capoluogo dell'omonima regione della Tanzania che si affaccia sul Lago Vittoria. La programmazione della radio è caratterizzata da notizie, buona musica afro pop e intrattenimento in lingua swahili.  La mission dell'emittente è sintetizzata in queste parole  riprese dal sito http://radiofreeafrica.co.tz/ che da ampio risalto al recente passaggio del CT azzurro Conte alla squadra di calcio londinese del Chelesea.

RFA is a private owned Station  among the famous media houses owned by Sahara Media Group (SMG) LTD  . RFA has indeed remained non-partisan, independent, objective and truthful in its program productions and dissemination.
Our vission is becoming the first choice media for Audience and Advertisers in the country,  Africa and a responsible media house providing content suitable for the targeted audience; 
Our mission; Keeping pace with technological advancement and providing services with value for money and resources




Il banner del sito di Radio Free Africa dedicato all'allenatore Italiano Conte.


2016-04-03

RTTY OPERATION FROM XU7TZG CAMBODIA



XU7TZG, operatore Wim, sta operando in 15 metri sulla frequenza di 21080 KHz in modo RTTY. Molti gli europei che chiedono il contatto a questo operatore belga trapiantato a Compong Som, Cambogia. Sul sito qrz.com assicura una rapida conferma via ON7PP.

HFDL SCREENSHOTS, GUAM, BARROW, MOLOKAI, AUCKLAND, AL MUHARRAQ


AGANA, GUAM - 8927 KHz


BARROW, ALASKA - 10093 KHz



MOLOKAI. HAWAII - 10027 KHz


AL MUHARRQ, BAHREIN - 10075 KHz

AUCKLAND, NEW ZEALAND - 10084 KHz

Non sono un grande appassionato di ascolti HFDL che riservo ai momenti di pigrizia e in effetti erano diversi anni che non praticavo questo particolare segmento del radioascolto. Nei giorni scorsi ho reinstallato il progamma PC HFDL  di antica memoria e il sempre utile dx atlas e provato l'ascolto anche con Kripto che di solito uso per ricevere le stazioni fax. Risultato dell'ascolto sono questi screenshots catturati su varie frequenze

2016-04-02

RTTY OPERATIONS FROM FT4JA JUAN DE NOVA ISLAND


Si stanno svolgendo in questi giorni le operazioni on air della spedizione dx francese sull'Isola Juan de NOVA possedimento francese nel Canale di Mozambixo. Questo screenshot è relativo alle operazioni in RTTY del giorno primo aprile sulla banda dei 10 metri,

2016-03-28

RTTY C5GCJ DX PEDITION THE GAMBIA


Lo screenshot delle operazioni in 20 metri, RTTY mode, della spedizione dx polacca nello stato africano del Gambia. Call sign della spedizione C5GCJ e C5FUD. 

GALLERIA FOTOGRAFICA, LE ANTENNE DI MONTE SCALAMBRA


Il Monte Scalambra è una delle cime occidentali dei Monti Ernici, catena montuosa situata in posizione strategica tra la Valle del Sacco e la Valle dell'Aniene. Alto 1420 metri il monte è frequentato dagli appassionati di trekking e di deltaplano. Sul punto più alto della montagna si può arrivare in automobile attraversando il piccolo centro abitato di Serrone, percorrendo una strada in alcuni tratti stretta ma sempre asfaltata, mentre gli amanti delle camminate in montagna possono percorrere sentieri di varia difficoltà. Purtroppo il comprensorio ha subito alcuni decenni fa un violento impatto edilizio con la costruzione di ville e villini nelle posizioni più improbabili. Nel corso degli anni molte di queste costruzioni sono state abbandonate e altrettante addirittura mai terminate. Lo spettacolo desolante di questa edificazione insensata non riesce comunque a scalfire che in minima parte la bellezza  del luogo che ospita l'antico e suggestivo eremo di San Michele risalente all'anno 1100 che invece è perfettamente inserito nello stupendo contesto naturalistico della montagna.  Proprio per la sua posizione strategica e il facile accesso la cima del Monte Scalambra viene utilizzata dalla fine degli anni 70 come sito per la ritrasmissione di segnali radiotelevisi, televisivi e telefonici. Sui contrafforti di questa montagna venne installato l'impianto di trasmissione di una delle prime TV libere della provincia di Frosinone, Tele Monte Scalambra, che non ebbe lunga esistenza. Con una situazione climatica tutt'altro che ottimale nel giorno di Pasqua, dopo un ottimo pranzo in un locale del posto abbiamo deciso di arrivare su Monte Scalambra per una breve escursione pomeridiana e naturalmente non potevo non prestare attenzione alle antenne ivi posizionate e proporre questa piccola galleria fotografica che, spero, nn mancherà di sucitare curiosità fra gli appassionati della radio.

This is a photo gallery of TV and radio repeaters Monte Scalambra (1420 m ) Central Italy











2016-03-26

MADAGASCAR WORLD VOICE, SCHEDULE

MADASGASCAR WORLD VOICE will begin broadcasting at 0100 hour UTC on March 27, 2016

MADAGASCAR WORLD VOICE
Frequency Schedule
Wef March 27, 2016

Freq Start Stop Language Target Area

9600  0000 0200 English India
9665  0100 0200 English India
6190  0200 0300 Spanish South America
6150  0300 0400 Spanish North America/South America
9480  0400 0500 African English Africa
9570  1800 1900 Russian East Russia
17640 1800 1900 African EnglishAfrica
11945 1900 2000 Arabic  Iran
13710 2000 2100 Arabic  Egypt
11615 2100 2200 Chinese Europe
9455  2200 2300 Chinese Southern China
11770 2200 2300 Arabic  North Africa/Egypt
9535  2300 0000 Chinese Southern China
(Alokesh Gupta)

2016-03-17

NAVTEX, PIOMBINO RADIO, IGS, 490 KHz


Da qualche settimana è oeprativa Piombino Radio, call IGS, new entry italiana fra le stazione costiere che trasmettono col sistema navtex. Piombino va quindi ad affiancare Mondolfo, Sellia Marina e La Maddalena, già operative da qualche anno dopo la ristrutturazione del servizio.  La ricezione è stata effettuata il giorno 8 marzo alle 22.10 UTC sulla frequenza dei 490 KHz con l'ottimo programma YAND che decodifica, identifica e memorizza le stazioni ascoltate. Secondo gli schedules riportati in rete gli orari di emissione di Piombino Radio prevedono trasmissioni in lingua italiana (la frequenza dei 490 KHz è  destinata alle trasmissioni nelle lingue nzionali) al minuto 10 delle ore 2.00 - 6.00 - 10.00 - 14.00 -18.00 e 22.00 UTC.

Piombino Radio (IGS), italian coastal station, broadcast in navtex mode on 490 KHz.


2016-03-16

IRAN, LE NUOVE FREQUENZE DI VOIRI - RADIO ITALIA


La redazione italiana della Voce della Repubblica Islamica dell'Iran (Radio Italia) ha comunicato frequenze e orari del nuovo periodo radiofonico a partire dal 27 Marzo prossimo.
Nel nome di Dio
Il Clemente, il Misericordioso

Caro/a amico/a,

con la presente ti comunichiamo le nostre nuove frequenze, applicabili dal 27 marzo del 2016. Sperando che tu possa seguire i nostri programmi, cogliamo l'occasione per porgerti i nostri piu`sentiti saluti e rimaniamo in attesa di ricevere i tuoi rapporti d\ascolto sia via e-mail che per posta cartacea.

Il Responsabile della corrispondenza di
Radio Italia
Ali Azizmohammadi


 Orari e frequenze:

ORA UTC

FREQUENZA(KHZ)

METRI

6:20 - 7:20
17660/13650
16/22
19:20 - 19:50
7205/5945
41/49

Per Teheran, ogni giorno h. 09:20 – 10:20  UTC su 99.5 Mhz. In banda FM.
Sito internet:parstoday.com/it
                                                                                                                                                        
Islamic Repubblic of Iran External Service: P.O.Box: 19395/6767, Tehran IRAN "Radio Italia



2016-03-15

AUDIOCLIP RADIO PAYAM, THERAN, 1188 KHz



Dopo lo spegnimento di molti trasmettitori europei in onda media l'ascolto di emittenti iraniane in onda media è diventato piuttosto comune. L'Iran dispone di un ottimo sistema di trasmissione in onda media con trasmettitori di notevole potenza, niente di strano quindi che, complice la propagazione e i canali liberi si riescano ad ascoltare abbastanza agevolmente. Radio Payam, emittente dell'IRIB, in questi giorni si ascolta a tratti addirittura con un segnale da emittente locale grazie ai sui 300 KW di potenza sulla frequenza dei 1188 KHz. L'ascolto di ieri sera è stato piuttosto piacevole: notiziario alle 19.30, identificazione e suggestiva musica vocale e strumentale hanno caratterizzato questa mezz'ora di ascolto da cui abbiamo tratto l'interessante clip audio che vi proponiamo.

Strong signal on medium wave from Radio Payam, Theran, frequency of 1188 KHz.


2016-03-09

AIR HYDERABAD 4800 KHz SPECIAL TRANSMISSION IN TELEGU LANGUAGE


Nella serata di lunedì 7 marzo AIR Hyderabad ha prolungato le sue trasmissioni giornaliere per coprire le celebrazioni della festa di "Shivaratri". L'emissione era in lingua "telegu" uno dei tanti idiomi regionali del vasto sub continente indiano. In Italia e in Europa è stato possibile ascoltare questo prolungamento di trasmissione con un buon segnale sulla frequenza dei 4800 KHz. L'ascolto è stato interrotto verso le 20.10 UTC con l'inizio delle trasmissioni di CNR 1 che ha coperto il segnale dall'India. L'inusualità del linguaggio, dell'orario di trasmissione e della mancanza di elementi identificativi hanno fatto inizialmente pensare a una stazione africana sia al sottoscritto che a Roberto Pavanello in quel di Vercelli. Messo in rete un frammento della registrazione è arrivata rapidamente la soluzione del mistero con la conferma definitiva del dxer indiano Alokesh Gupta che aveva già segnalato in rete questa emissione speciale sia in onde corte che in onde medie. Questo il messaggio originale di Alokesh Gupta:  

 "Watch out for extended schedule (past 1740 UTC) by AIR Hyderabad 4800
kHz carrying live broadcas
t in regional language "telegu" on the
ocassion of religious festival "Shivaratri" on 7th March, 2016
(Monday).

Following MW stations are also expected to carry this extended broadcast :
738 - AIR Hyderabad
837 - AIR Vijaywada
900 - AIR Kadapa
927 - AIR Visakhapatnam
I

Tamil FM stations from SriLanka also carry live relay of special
program for Maha Shaivaratri.

Alokesh Gupta



AIR Hyderabad 4800 KHz, special transmission in telegu language for the religious festival "Shivaratri tuned the march 7th 2016 at 20.00 UTC.


2016-03-07

SPY PORTRAIT WITH RADIO


L'autore di questo dipinto si chiama Burt Silverman e ritrae il suo amico pittore a lui noto come Emil Goldfus. Nel dipinto si notano pennelli, colori, carte e altri dipinti insieme a una imponente radio a onde corte, probabilmente un Hallicrafter. Quello che Silverman non sapeva e che scoprì solo quando il caso divenne di pubblico dominio, è che in realtà il suo collega pittore altri non era che il "Colonnello" del KGB passato alla storia come Rudolf Ivanovich Abel (il nome vero, reso noto solo dopo la sua morte, era in realtà Vilyam "Willie" Genrichovich Fisher). Abel era l'agente più alto in grado in Nord America dei serizi segreti sovietici e si era infiltrato negli USA verso la fine degli anni '40. Utilizzando la copertura di pittore aveva creato una rete spionistica che aveva operato indisturbata per diversi anni fino al 1957 quando Abel fu scoperto e catturato grazie alla delazione di un suo agente subalterno che aveva defezionato. Il processo che ne seguì e lo scambio con il pilota americano  dell'U2 abbattuto sui cieli dell'Unione Sovietica nel 1960 fecero epoca e proprio nei mesi scorsi, attraverso le vicende dell'avvocato Donovan interpretato da Tom Hanks, il film "Il ponte delle spie" ha ridato pubblica attenzione a quegli eventi. Il film è tratto dal libro di memorie dell'avvocato Donovan e proprio quì ho letto del dipinto di Silverman che ritrae il Colonnello Abel con i suoi colori e la sua radio installata nel suo studio di Brooklin, che quasi per ironia, si trovava a pochissima distanza da una sede del "Bureau".  Nelle sue memorie Donovan racconta che il dipinto era stato esposto nel febbraio del 1957, ovvero sei mesi prima dell'inizio del processo, alla National Academy of Design. L'artista aveva intitolato il dipinto "L'amatore" usando la parola nel senso originario: colui che ha interesse e amore per qualcosa (cit. Donovan). Le memorie dell'avvocato Donovan fanno spesso menzione  menzione delle radio a onde corte utilizzate da Abel, che era anche un esperto di elettronica, citando il ben noto marchio Hallicrafter.

This painting depicts the Soviet spy Rudolf Abel with his radio. The author of the painting is Burt Silverman who knew the spy with his other pseudonym Emil Goldfus.